Da ormai qualche mese l’istituto bancario Fineco è diventato il soggetto di un vortice mediatico: dopo aver deciso di prendere le distanze dal gruppo UniCredit, la banca ha assunto una seconda decisione lasciando molti utenti increduli. Noto per il suo conto corrente con canone gratuito, l’istituto bancario, Fineco ha da sempre attirato clientela anche per questo fattore ma, da oggi in poi, tutto ciò non sarà così poiché quest’ultimo sparirà presto lasciando al suo posto, invece, un canone fisso mensile per tutti i correntisti. Con un costo massimo pari a circa 4 euro mensili i conti correnti di Fineco guadagneranno ufficialmente l’appellattivo “a pagamento” e tutto ciò per un unico motivo: garantire dei servizi migliori ai clienti.

Fineco: fino a 3,95 euro al mese per il canone mensile, il tutto a partire da Febbraio 2020

Alla ricezione di tale notizia sono state diverse le lamentele che si sono diffuse tra la clientela dell’istituto bancario. I siti di discussione e diversi post Facebook, ad esempio, sono rimasti coinvolti in tutto ciò e, soprattutto, del  disappunto che chi è cliente ha iniziato a nutrire nei confronti dell’istituto di credito.

Ricalcando le dichiarazioni ufficiali, in ogni caso, il canone fisso mensile entrerà in funzione per tutti i contratti  a partire dal prossimo mese ovvero da febbraio 2020. Seppure la quota massima sia fissata a 3,95€, però, non è  che tutti i clienti saranno tenuti a sottostare a tale cifra: per scoprire a quanto ammonenterà il proprio canone bisognerà, dunque, accedere alla propria Aria riservata e ricercare informazioni in merito.