Gli incendi boschivi in ​​Australia hanno un impatto negativo sui modelli meteorologici globali: una flotta di satelliti della NASA sta lavorando insieme per studiare un percorso mondiale di aerosol e fumo dal disastro naturale.

Le condizioni di incendio boschivo , che includono secchezza storica e caldo estremo, hanno causato lo sviluppo di un gran numero di  eventi pirocumononimbus (pirocbs) . I PyroCbs, noti anche come temporali indotti dal fuoco, sono formati dal sollevamento di ceneri e fumo attraverso aggiornamenti a caldo. Una volta che questi materiali si raffreddano, alcune nuvole si comportano come temporali senza precipitazioni.

 

Cosa sta accanendo a causa di questa moltitudine di incendi

Questi pirocarburi consentono a un percorso di fumo di raggiungere la stratosfera. Una volta che il fumo arriva lì, può viaggiare a molte miglia dalla sua fonte e influenzare le condizioni atmosferiche su scala globale. Gli effetti dei pyroCbs sono attualmente in fase di analisi da parte degli scienziati.

La NASA sta attualmente monitorando il movimento del fumo dagli incendi attraverso l’attività dei piroclbs. Il fumo sta causando problemi di qualità dell’aria in Nuova Zelanda e neve scura in cima alla montagna.

VIIRS e OMPS-NM, due strumenti a bordo del satellite Suomi National Polar-orbiting Partnership (NPP) della NASA-NOAA, stanno aiutando gli scienziati a rintracciare e caratterizzare questa nuvola di fumo. Questi strumenti aiutano a creare una visione “real-color” del fumo con le immagini.

I dati satellitari di OMPS-NM vengono utilizzati per sviluppare un indice di aerosol ultravioletto per tracciare aerosol e fumo. L’indice di aerosol UV e le informazioni RGB sono combinati per identificare facilmente il movimento di questi materiali.

Entro mercoledì, il fumo si è spostato a metà del nostro pianeta, attraversando il Sud America e creando cieli nebulosi nel processo. Si prevede che effettuerà almeno un’altra rotazione attorno alla Terra e tornerà di nuovo nella regione australiana.