playstation-5-sony-retrocompatibilità

Apparentemente la PlayStation 5, la nuova console di Sony, potrebbe arrivare prima del dovuto e a confermare queste voci ci stanno pensando i vari leak. Ne stanno uscendo sempre di più e l’ultimo di questi riguarda una funzione che gli utenti chiedono a gran voce da almeno due generazioni. Si tratta della retrocompatibilità dei videogiochi e secondo una fonte, ovviamente non ufficiale, sarà totale per tutte le vecchie generazioni, dalla prima alla quarta.

Passare dalla PS4 che non supportava i dischi della PS3, alla PS5 che riesce a leggere addirittura quella della PS1, è un passaggio notevole. Questo è possibile grazia a una tecnologia chiamata motore di rimasterizzazione e dalle impostazioni delle GPU. Il cervello della console sarà in grado di determinare la generazione del gioco leggendo il disco e poi agire di conseguenza.

 

PlayStation 5: finalmente la retrocompatibilità

Per quanto al giorno d’oggi esistono emulatori e negozi digitali o programma particolari come il PlayStation Now, molti videogiocatori apprezzerebbero la possibilità di poter continuare a sfruttare i vecchi giochi. Questo è il tasto nostalgia, ma c’è anche l’aspetto della comodità. Avere una console che legge i videogiochi della generazione precedente permette proprio di tenerne collegata alla televisione solo una liberando spazio e magari permettendo anche di vendere quelle vecchie con meno rimorso.

Detto questo, non è la prima volta che si parla di retrocompatibilità e di console di nuova generazione. Ogni volta l’utente si è ritrovato deluso dal fatto che la tanto agognata funzione non è stata implementata. A questo giro meglio andarci cauti.