Call center

Nuovi inganni da parte di diversi call center stanno prendendo forma in tutta la penisola italiana illudendo gli utenti in merito a nuove offerte per poi, invece, far recapitare a casa loro delle bollette inattese a fine mese. Nel corso del tempo le truffe sono diventate sempre più articolate fino a giungere ad un punto in cui non si sa più a chi credere. Oggi diciamo questo poiché non è affatto raro ricevere chiamate a casa propria anche da gente che si professa operatrice di call center per poi non essere, in realtà, niente.

Truffe call center: ecco cosa capita quanto ci si casca

Alcune volte basta rispondere semplicemente alla chiamata per rimanere coinvolti in una truffa mentre per altre volte la discussione deve andare persino avanti. Insomma, sono diverse le metodologie diffuse nella penisola italiana, ma tutte quante hanno un obiettivo in comune: portare a casa nuove attivazioni per ricevere un guadagno maggiore.

Purtroppo, però, l’utente che cade vittima di questo imbroglio è molto svantaggiata poiché non tutelata in alcun modo. Di conseguenza, quando si risponde al telefono, bisogna prestare molta attenzione sia a come si parla che con chi si parla, così da prevenire ogni tipo di possibile sopruso. Avvisiamo i nostri lettori, inoltre, che è in circolo un altro tipo di truffa telefonica attraverso cui i call center effettuano chiamate in ripetizione facendo recapitare, persino, messaggi in segreteria telefonica agli utenti… Il tutto per cosa? Farsi richiamare a vuoto e scalare soldi a chi effettua la telefonata.