6GSi conferma l’alba di una nuova era con la nascita del 6G. Mentre siamo ancora frastornati per quelle che sono le prime promo 5G riceviamo un forte scossone dalle informazioni preliminare di un futuro network che muterà radicalmente la nostra idea di connettività. Ecco che cosa ha annunciato il capo della divisione sviluppo della nuova infrastruttura.

 

6G Network: ecco cosa aspettarsi dalla prossima rete Internet

Mika Rantakokko è il responsabile dello sviluppo della prossima rete mobile 6G. Con le sue parole ha confermato il nuovo paradigma della rete, non più fine a se stessa ma aperta a nuove prospettive di crescita digitale. Le potenzialità dell’infrastruttura sono state delineate sulla base di un progetto che tiene conto non soltanto di cloud, database interconnessi ed alta velocità ma anche di Intelligenza Artificiale e nuove possibilità interattive ad alto tasso di tecnologia.

In questo delicato frangente si parla della cosiddetta ombra digitale, un organismo olografico in grado di assistere le persone nella quotidianità delle operazioni. Per meglio comprendere questo concetto si pensi al caso umano di un operatore di pubblico servizio, un banchiere, un benzinaio, un tabaccaio o qualsiasi altro operatore umano cui chiedere informazioni su un determinato argomento.

In tal caso, prendendo in considerazione l’evoluzione dei processi tecnici, si è immaginato un ologramma dinamico con proiezione e sistema ad interazione vocale. Una personalità digitale cui fare domande per ottenere risposte complete, chiare ed esaurienti. Qualcosa che si è visto soltanto in qualche film al cinema.

Nel progetto 6G permeano realtà commerciali di alto rango come Huawei e Nokia. Questo, ad ogni modo, appare come il preludio di qualcosa di più grande che sconvolgerà la nostra visione del mondo.