UnicreditLe truffe legate al mondo della rete in generale, o in particolar modo agli istituti di credito (come Unicredit, BNL e Intesa Sanpaolo), possono fare davvero moltissimi danni ai consumatori in possesso di un determinato conto corrente.

Nell’ultimo periodo abbiamo registrato un aumento dei tentativi di phishing mediante l’invio di un crescente quantitativo di messaggi di posta elettronica fittizi. I nostri articoli vogliono sensibilizzarvi sull’argomento, a partire proprio dall’indicazione che mai e poi mai nessuna azienda invierà email di questo tipo, a meno che non ne abbiate fatta espressamente richiesta.

Il phishing è un fenomeno molto vario, ne parliamo spesso anche per le PostePay, consiste nell’invio di un messaggio con mittente idealmente l’azienda di riferimento (nel nostro caso Unicredit, Intesa Sanpaolo o BNL), condito da un corpo del testo atto a spaventare il consumatore ed invogliarlo a premere un link interno con la promessa di modificare la password, attivare l’account o impedire il furto dei dati sensibili.

 

Truffe Unicredit, Intesa Sanpaolo o BNL: attenzione massima per tutti

Ciò che accade è molto chiaro e praticamente sotto gli occhi di tutti, coloro che seguiranno alla lettera le indicazioni andranno a collegarsi ad un sito internet esterno creato ad hoc per l’occasione, che sembrerà essere però identico all’originale. Inserendo negli appositi spazi i dati sensibili si consegneranno direttamente nelle mani dei malviventi, facilitando così il furto degli stessi, concedendo nel contempo l’accesso diretto al conto corrente ed a tutto il denaro contenuto su quest’ultimo.

Prestate sempre la massima attenzione ai messaggi che ricevete, le truffe purtroppo sono sempre in agguato.