Facebook Twitter

Solamente qualche giorno fa i social network Facebook e Twitter hanno annunciato una nuova serie di rimozioni, in seguito ad alcune indagini su account relativi a campagne politiche sulle proprie piattaforme.

Come ben saprete, Twitter qualche settimana fa ha deciso di bloccare qualsiasi annuncio pubblicitario che riguarda il mondo della politica, per evitare qualsiasi problema di disinformazione, al contrario di Facebook. L’azione ha fatto in modo che le due piattaforme eliminassero altri 6 mila account falsi. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Facebook e Twitter rimuovono altri 6 mila account falsi

Per la precisione, è stato Twitter il social network che ha rimosso più fake account, 5.929 per la precisione, originari dall’Arabia Saudita che facevano parte di un’ampia rete di oltre 88 mila account coinvolti in comportamenti di spam su una vasta gamma di argomenti. Facebook ha invece rimosso 39 account falsi, 344 pagine, 13 gruppi e 22 account Instagram che facevano parte di una rete focalizzata soprattutto in Georgia.

Il social network di Mark Zuckerberg ha inoltre rimosso 610 account, 89 pagine, 156 gruppi e 72 account Instagram che erano invece originari del Vietnam e degli Stati Uniti. Il New York Times ha riportato che Facebook ha anche scoperto che in una rete collegata ad Epoch Media Group, le pagine ed i profili utilizzavano foto di profili falsi, che erano già state generate con l’aiuto dell’Intelligenza Artificiale.

L’indagine svolta da Twitter si è invece concentrata su una società di marketing saudita, chiamata Smaat, che gestisce operazioni sia politiche che commerciali. La piattaforma ha affermato che, mentre Smaat sembra una normale agenzia di gestione dei social media, ha comunque collegamento con la famiglia reale saudita ed i profili gestiti hanno 32 milioni di tweet.