postepayconti correnti degli utenti in possesso di una carta ricaricabile PostePay sono in pericolo a causa di nuove truffe perpetrate ai loro danni da criminali senza scrupoli il cui unico obiettivo è proprio quello di andare a rubare i dati sensibili per poi poter accedere indisturbati a tutto il denaro degli ignari consumatori.

L’attenzione deve essere sempre ai massimi livelli, sia sotto le festività, che ogni giorno dell’anno. Internet è un’invenzione fantastica, ma nasconde insidie da cui bisogna guardarsi bene per evitare di cadere in trame e tranelli orditi alla perfezione. Nell’ultimo periodo le PostePay sono state prese di mira da cybercriminali senza scrupoli, questi puntano ad inviare messaggi di posta elettronica con il chiaro intento di indurre il consumatore a premere un link, tramite il quale si collegherà al sito gestito dai suddetti, con il conseguente furto dei dati sensibili.

 

PostePay: il phishing continua ad impazzare

Il problema è al solito legato al fenomeno chiamato phishing, viene inviato un messaggio con mittente Poste Italiane, a tutti gli effetti sembrerà originale e, nel corpo del testo, si cerca di invitare il consumatore a premere il link per riattivare l’account, impedire il furto dei dati o cambiare la password. Seguendo le indicazioni ci si collegherà ad un sito esterno anch’esso identico all’originale, però salvato su un server gestito dai malviventi; l’utente consegnerà nelle loro mani username e password dandogli libero accesso a tutto il denaro contenuto sul conto corrente.

L’attenzione deve essere massima, ricordate sempre che Poste Italiane non invia mai messaggi di questo tipo.