3GPochi dettagli e molte indiscrezioni in merito a quello che si potrebbe confermare come il down 3G peggiore della storia. Non una cosa momentanea ma una manovra di chiusura a tempo indeterminato per la rete che si prepara a lasciare il posto al 5G anche in Italia. Ecco che cosa potrebbe succedere tra qualche giorno.

 

TIM, Wind Tre, Vodafone ed Iliad contro il 3G: rete offline forse tra poche ore

Mantenendo il 2G per le chiamate e gli SMS ed il 4G come ancora di supporto all’alta velocità in rete si pensa di dire addio al 3G. Una mossa che gli utenti potevano aspettarsi vista l’ormai imminente nascita del network di quinta generazione. Il mercato sta per essere stravolto da una rete unica con più servizi. Ma una decisione simile potrebbe costare parecchio.

Iliad e 3 Italia potrebbero essere due delle realtà maggiormente lese a causa di una simile assurdità. Non neghiamo che la rete di terza generazione sia ormai obsoleta ma è pur vero che una sua dismissione causerebbe non pochi scompensi per questi operatori.

Il gestore 3 Italia richiede una maggiorazione di prezzo per offrire la rete 4G. In particolare ai clienti è concessa l’alta velocità al costo di 1 euro in più al mese sul costo della tariffa scelta. Eventuali costrizioni porterebbero quindi ad inevitabili aumenti tariffari per tutte le promozioni disponibili.

In casa Iliad il problema si aggrava a causa della necessità di ottenere il supporto alla rete 3G Iliad in mancanza della portante 4G Plus che fatica a manifestarsi in alcune regioni del paese. In questa condizione gli utenti sarebbero costretti a scegliere il fluttuante segnale LTE senza ulteriore scelta se non il futuro 5G.

Ancora non è stata presa nessuna decisione ma è chiaro che una scelta simile deve essere discussa a tavolino senza dare nulla per scontato.