google mapsGoogle Maps e Waze hanno iniziato a stabilire una competizione insensata agli occhi di miliardi di utenti. Il punto della situazione sta nel fatto che entrambi i sistemi di navigazione fanno parte del direttivo Google.

Nonostante l’appartenenza in comune si distinguono per due modi diversi di interfacciarsi all’utente. Da un alto abbiamo un sistema di navigazione chiuso in sé stesso, scelto da miliardi di utenti e completo di tutto. Dall’altro abbiamo il GPS social che conta sul supporto della comunità per l’integrazione delle funzioni.

Stessa provenienza ma in antitesi l’uno rispetto all’altro per il modo di porsi e per le funzionalità offerte. Con il nuovo aggiornamento Waze la vittoria contro Google Maps è stata schiacciante nonostante il record che ha visto una copertura del 98% del satellite. Sono partite alcune segnalazioni per una funzione inedita che è piaciuta a milioni di utenti Android ed iOS. Scopriamo di cosa si tratta.

 

Google Maps battuta dalla nuova funzionalità Waze

Siamo in presenza di app gratuite. Entrambe ci portano da un punto all’altro del nostro percorso. Eppure le due soluzioni divergono profondamente. Con le ultime novità Waze gli utenti sono più contenti. In particolare si ravvisa la presenza del nuovo indicatore per il costo del pedaggio in autostrada. Una funzione che era attesa in Maps ma che a grande richiesta è arrivata per gli utenti del navigatore social. Grazie a questa feature è possibile conoscere in anticipo il listino prima di arrivare al passaggio a livello. Gli utenti, così facendo, possono mettere in conto i costi del pedaggio con largo anticipo verificando eventuali chiusure e cambi tariffari.