call center

Le chiamate a scopo commerciale sono sempre all’ordine del giorno e tantissimi consumatori continuano ad essere colpiti dalle varie truffe dei call center. Purtroppo, una nuova truffa telefonica gira in tutta Italia ed è molto difficile sfuggirgli poiché gli operatori telefonici hanno ideato un subdolo metodo.

Call center: nuove truffe per i clienti Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia

La polizia postale è già a lavoro per scovare questi malfattori poiché il numero delle vittime colpite aumenta giorno dopo giorno. Secondo quanto descritto nelle segnalazioni, la chiamata si presenta inizialmente molto piacevole perché gli operatori telefonici in questione non propongono immediatamente la loro offerta telefonica low cost.

La conversazione, dunque, inizia con una serie di domande come per esempio: Sto parlando con il signore Mario Rossi? Lei vive in Toscana?; queste domande che apparentemente sembrano innocue, hanno lo scopo di far rispondere alle loro vittime delle risposte secche come si e no.

Una volta ricevute continuano la conversazione proponendo l’offerta telefonica in questione e anche se ricevono un palese rifiuto da parte del cliente, gli operatori, iniziano con la stipulazione del contratto telefonico. In che modo? Registrando tutta la conversazione telefonica e utilizzando le risposte registrate.
In questo modo, le vittime si ritrovano da un giorno all’altro e inconsciamente con un nuovo contratto telefonico e vincolati con l’azienda telefonica in questione.

Si consiglia, infatti, di prestare molta attenzione durante questo tipo di chiamate poiché non si conosce la persona che sta dall’altra parte del telefono e le sue intenzioni. Un occhio di riguardo in più potrebbe fare la differenza.