La nuova stagione è iniziata da appena qualche mese, ma già l’hype per l’arrivo di FIFA 20 si percepiva prepotentemente da giugno. La straordinaria resa grafica nel gioco targato Electronic Arts, oltre alla fluidità sempre maggiore nei controlli e nei passaggi, hanno già reso la nuova versione dell’E-Sport un vero e proprio must per i regali di Natale di quest’anno.

Eppure, ci sono delle novità importanti nella dinamica di gioco. Per poter vincere, dunque, serve conoscere qualche trucchetto che adesso andremo a sviscerare parlando del nuovo capitolo di FIFA.

FIFA 20: tutto ciò che serve sapere per essere più vicini alla vittoria

Anzitutto, il nuovo capitolo ha visto gli sviluppatori impegnati nel tentativo di porre, al centro del gioco, la tattica e la strategia più che l’esplosività dei giocatori. Questo permette senza dubbio una resa molto più verosimile delle dinamiche di gioco: per intenderci, falciare metri e metri di campo con un singolo centrocampista o attaccante (che abbia la stazza e le caratteristiche per poterlo fare senza perdere palla) sarà meno efficace, all’atto pratico, che congegnare strategicamente passaggi e possesso palla.

Per questo motivo, affidarsi ad un singolo giocatore non solo potrebbe essere una strategia non vincente, ma potrebbe addirittura penalizzarvi nella conclusione dell’azione. Il calcio, d’altronde, è pur sempre un gioco di squadra e come tale viene reso anche nell’ambito degli esports.

L’introduzione della finalizzazione a tempo, già comparsa in FIFA 19, permetterò ancor più di ottenere un maggiore risultato nei tiri, così come anche le features introdotte per dirigere meglio i cross e i calci piazzati.