truffe unicredit bnl sanpaolo money mules

Una nuova ondata di phishing sta invadendo le caselle postali degli utenti in tutta Italia. Senza un filo logico e, soprattutto, senza tener conto di chi sia realmente cliente l’utente a cui le mail vengono inviate, questi nuovi tentativi di truffe si presentano con un aspetto disordinato ma al contempo pericoloso. I criminali del web hanno speso poco tempo a curare i dettagli e questa ultima truffa, ma nonostante ciò non significa che questa sia innocua poiché, come le sue sorelle meglio riuscite, si pongono lo stesso obiettivo ossia quello di trafugare dati personali altrui.

BNL, Unicredit e Intesa SanPaolo sotto attacco del phishing: ecco come si presentano le truffe incriminate

Prendendo come esempio un’email che è all’intenzione di imitare quelle di BNL, possiamo subito vedere come i criminali abbiano cercato di mutare le forme di comunicazione così da attirare nuove vittime. Fino a poco tempo fa, infatti, le truffe via email condividevano appieno degli oggetti standard come il blocco del conto, il blocco della carta o ancora il blocco di alcuni bonifici; oggi, invece, le nuove email inviate a raffica hanno come oggetto la presa di visione della nuova privacy. 

Come è possibile vedere dalla foto qua sotto, quindi, le vittime queste ultime truffe sono invitati a prendere visione dei nuovi parametri per la sicurezza e la privacy istituiti da BNL. Come sempre, ovviamente, non manca mai il link in allegato che in questo caso è ripetuto ben due volte ed è costituito da un urlo molto simile a quello ufficiale della banca. Come sempre non possiamo che concludere questo articolo con un semplice consiglio: prestate sempre particolare attenzione.