tim

I gestori telefonici Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia continuano a ricevere segnalazioni da parte dei loro innumerevoli clienti per via di un nuovo attacco hacker a cui è difficile scappare: la clonazione della SIM telefonica. Purtroppo, i clienti sembrano essere nel mirino principale degli hacker che sono riusciti correttamente nel loro intento.

Tim, Vodafone, 3 Italia e Wind: clienti colpiti dal nuovo attacco hacker

Clonare una sim telefonica non è affatto un attacco semplice poiché richiede pazienza, tempo e attrezzature molto particolari e costose.

L’obiettivo principale degli hacker è quello di riuscire a rilevare informazioni strettamente personali delle loro vittime, come per esempio documenti d’identità, codici fiscali, domiciliazione, e via dicendo; una volta riusciti, possono procedere con la denuncia per lo smarrimento della SIM.

Questo protocollo prevede la compilazione di una serie di documenti che permettono agli hacker di ricevere la nuova scheda telefonica all’indirizzo da loro stessi inserito; la scheda telefonica delle vittime, dunque, diventa completamente obsoleta e gli hacker possono procedere con altre operazioni.

Per esempio, una volta in possesso della SIM possono richiedere alla banca delle vittime dei nuovi codici personali per accedere al conto corrente online; in questo modo, svuotare l’intero ammontare del saldo è un attimo.

Si tratta di un attacco molto complicato, ma secondo le segnalazioni ricevute sembrano esserci riusciti con gran parte dei clienti Vodafone, Tim, Wind e 3 Italia; si consiglia, infatti, di prendere immediatamente provvedimenti nel momento in cui si riscontrano problemi con la propria scheda telefonica perché potrebbe essere un attacco hacker.