Periodo di grandi novità, quest’ultima fase del 2019. Dopo aver esplorato le rimodulazioni apportate dai gestori Tim,  Vodafone, Fastweb e Tiscali, possiamo parlare di modifica delle condizioni contrattuali anche con Fineco, che ha deciso di porre un costo mensile per continuare ad usufruire del conto corrente.

Dopo l’addio ad UniCredit, dunque, la banca di origini milanesi va allineandosi alla direzione che hanno intrapreso altri istituti bancari in questi anni, inserendosi nel solco di aumenti dei costi già tracciato da alcune banche “aprifila”.

Questo aumento potrebbe determinare un notevole malcontento nei clienti Fineco, che in molti avevano scelto proprio per questo motivo.

Fineco ora farà pagare il conto: ecco tutte le novità

Ma a quanto corrisponderà quest’aumento apportato da Fineco? Per continuare a mantenere aperto il proprio conto, i clienti potrebbero arrivare a pagare fino a 3,95 euro al mese. Sarebbe da precisare, però, che questa somma rappresenta un massimale, e corrisponde all’importo più corposo che i clienti andrebbero a versare.

Esiste infatti la possibilità di “scontare” il canone mensile, quindi ridurlo da questo primo importo, in base a determinati fattori. Per comprendere al meglio come modificare la somma da versare, si potrà visitare la propria area personale del sito Fineco, sezione Home> Gestione conto> Condizioni> Leggi i dettagli.

A conferma di quanto detto, i clienti riceveranno una mail di notifica direttamente dalla propria banca. Quindi massima attenzione a non scambiare questa mail per un tentativo di phishing: a differenza delle mail provenienti dai phishers, infatti, non vi è alcun link su cui cliccare che possa reindirizzare verso il download di malware.