Truffe di natale call Center vigilia

L’operato di alcuni call center malevoli non conosce tregua neanche durante le feste: persino oggi, 24 dicembre, sono in atto delle attivazioni contrattuali senza alcun ritegno e, soprattutto, senza permesso dei soggetti interessati. Purtroppo la necessità di guadagnare ha spinto molte persone ad agire in maniera scorretta e persino nel giorno della Vigilia non viene messo un punto ad una pratica scorretta e che, sebbene sia in circolazione da decenni, continua a mietere vittime come se fosse stata appena introdotta. Una serie di nuove truffe telefoniche, dunque, è in atto e a rimetterci sono gli utenti Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia. 

Truffe telefoniche: anche a Natale bisogna prestare attenzione

Nuove truffe telefoniche sono attualmente in atto sul territorio italiano e stanno coinvolgendo i clienti dei maggiori operatori nazionali. Ad operare tali misfatti sono alcuni call center presenti nel Paese e che non godono di alcuna eticità morale. Come mai diciamo questo? Beh, perché attivano piani contrattuali sulle spalle dei consumatore senza che questi ne siano realmente interessati o abbiamo acconsentito.

È vero: sembra surreale a sentirlo dire o leggendolo, ma purtroppo è tutto reale. La famigerata “truffa del sì” è tornata a risplendere sul Bel Paese conducendo alcuni consumatori di TIM, Wind, Tre e Vodafone a ricevere bollette inattese a fine mese. Com’è possibile tutto ciò? Attraverso un montaggio telefonico che gli operatori effettuano, trasformando ogni risposta negativa concessa in una positiva, in particolar modo in un ““.

Visto le recenti segnalazioni, quindi, consigliamo a chiunque di prestare molta attenzione se si viene contattai e di prevenire bloccando, a proprio piacimento, preventivamente le chiamate di spam.