Renault Ford

Negli ultimi mesi le note aziende automobilistiche Renault e Ford sono state colpite da molteplici scandali mediatici che stanno letteralmente logorando l’immagine di entrambe. 

Le società, infatti, sono state accusate di aver immesso sul mercato Europeo molteplici vetture con difetti di fabbrica che, ad oggi, sembrerebbero aver colpito oltre 700.000 automobilisti. Entrambi i guasti sono difficili da riparare ma nel caso di Ford, quest’ultimo sembra essere anche molto pericoloso. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Renault e Ford: oltre 700.000 veicoli rischiano il guasto

Per quanto riguarda Renault, secondo la famosa testata giornalistica francese denominata QueChoisir, sembra che oltre 400.000 veicoli montino attualmente alcuni motori fallati (nello specifico quelli 1.2 benzina con componenti H5FT). Questi ultimi, infatti, improvvisamente smettono di fare il loro lavoro a causa di un consumo elevato dell’olio all’interno del motore. La risposta di Renault non ha tardato ad arrivare e, come c’era da aspettarsi, l’azienda si è difesa affermando che il guasto è dovuto all’usura del motore. Nonostante ciò, però, ad oggi centinaia di migliaia di automobilisti sono costretti a sborsare oltre 10.000 € per la riparazione del motore. 

Nel caso di Ford, invece, il guasto pare essere molto più pericoloso del previsto. A quanto pare, infatti, il noto marchio automobilistico americano ha ammesso l’esistenza di un guasto che rischia di compromettere le batterie montate sui veicoli venduti in Europa. Stando a quanto dichiarato, quindi, le batterie registrano perdite di acido sul polo negativo che rischiano di fatto di bucare le celle di quest’ultima provocando un pericoloso cortocircuito. Ad oggi i veicoli maggiormente a rischio sono Ford Mondeo, S-Max e Galaxy prodotte nel quinquennio 2014 – 2019.