amazon-alexa

La Smart Home sarà uno dei trend più gettonati per il 2020, grazie anche all’avvento del 5G sul suolo mondiale. Manca davvero poco all’accensione di tutte le antenne per la nuova tecnologia delle connessioni da mobile, e ci si prospettano grandi cambiamenti all’orizzonte. Il tema della domotica quindi, già da un anno è stato uno dei principali per questo 2019, grazie anche alla diffusione degli Echo di Amazon, che sfruttano l’assistente vocale Alexa.

Per funzionare gli altoparlanti smart di Amazon necessitano di una connessione Always On con un’ascolto perenne alla voce dell’utilizzatore. E’ su questo che si snoda però il fulcro del nostro articolo. Stando ad una news uscita poco tempo fa, è emerso che Alexa sia utilizzata dal colosso americano per spiarci. Sarà vero?

Amazon utilizza il suo assistente vocale Alexa per spiarci?

Prima di entrare nel panico e pensare di essere in una puntata della nota serie Netflix Black Mirror“, occorre fare una precisazione. Gli Echo di Amazon sono altoparlanti smart pensati per effettuare diverse funzioni: accendere le luci, ascoltare musica, interagire con gli oggetti smart come possono essere robot per la pulizia della casa o termostati smart.

Amazon utilizza un gran numero di dipendenti per lavorare sull’intelligenza artificiale per renderla sempre più smart e utile per il consumatore. Il rovescio della medaglia però è che gli altoparlanti devono avere i microfoni sempre attivati, pertanto sì, è vero che il colosso ascolti le conversazioni, ma non bisogna temere per il peggio.

Una vicenda infatti vede in Alexa una salvatrice, in quanto grazie ad essa, i dipendenti sono riusciti a intervenire su un’imminente aggressione sessuale in atto avvisando le autorità.

Al di là di simili storie positive però, molti quesiti frullano nella mente dei clienti: Amazon spia i movimenti nostri? Conosce quando usciamo ed entriamo in casa?Il tutto è fornito soltanto per fornirci un migliore servizio in termini pubblicitari o c’è qualcosa sotto?

Alcuni utenti sono rimasti anche sorpresi da delle risposte molto strane basate sull’intelligenza artificiale come abbiamo visto nel precedente articolo.