Spostati, Willy Wonka: i ricercatori dell’università svizzera ETH di Zurigo fanno brillare il cioccolato.

Un gruppo di scienziati ha trovato un modo per rendere le confezioni incandescenti senza coloranti artificiali.

 

Come hanno fatto gli scienziati a far brillare brillare il cioccolato

L’effetto sbalorditivo (come si vede nel video qui sotto) è ottenuto attraverso un’impronta superficiale, che produce un “colore strutturale”, simile a un camaleonte, la cui pelle modula e disperde la luce per visualizzare una gamma di tonalità.

La storia inizia nel corridoio condiviso di un edificio universitario, dove lo scienziato alimentare Patrick Rühs, lo scienziato dei materiali Etienne Jeoffroy e il fisico Henning Galinski si chiedevano come e se fosse possibile preparare cioccolatini colorati.

Naturalmente, i metodi tradizionali per colorare i dolci esistono da anni. Ma questi curiosi colleghi volevano fare un passo avanti nel processo.

Alcuni esperimenti falliti in seguito, il team ha fatto una svolta, con l’aiuto della studentessa di scienze dei materiali Anita Zingg, che sta testando la nuova tecnica come parte del progetto del suo maestro.

Piuttosto che usare un rivestimento, i ricercatori hanno provato a fare un’impressione sulla superficie, facendo apparire un luccichio colorato. Con un po ‘di raffinatezza, quel luccichio diventa un bagliore.

Grazie agli esperti della FHNW University of Applied Sciences and Arts Svizzera nordoccidentale, che hanno sviluppato uno stampo che consente di imprimere più di un cioccolato alla volta, questo metodo unico può essere adattato per l’industria.

Gli scienziati stanno discutendo con i principali produttori di cioccolato, secondo l’ETH; hanno anche in programma di costituire una società spin-off. È stato inoltre depositato un brevetto per il processo.

Il progetto ha avuto successo solo perché diverse discipline hanno lavorato insieme“, ha detto l’università in un comunicato stampa. “Nuove idee hanno impedito al progetto di bloccarsi nei momenti cruciali“.