tasse bollo auto e canone RAI

Tra le tasse più invise agli italiani, bisogna senza alcun dubbio menzionare il Canone Rai e il Bollo Auto.

Negli ultimi mesi si vociferava di una loro possibile abolizione grazie ad una serie di provvedimenti che sarebbero stati attuati dal Mise. D’altra parte, fino ad ora il tutto si è risolto in un nulla di fatto, andando a infrangere i sogni e le speranze di moltissimi contribuenti che volevano vedersi sollevati dal pagare queste imposte.

Sorprende però sapere che “non tutto è perduto”, per il momento. Nonostante tali progetti fossero stati formulati da parte del Governo poi caduto lo scorso agosto, la ricostituzione del Parlamento a seguito dell’istituzionalizzazione della crisi ha portato alcune buone notizie.

Non essendo andati verso nuove elezioni, infatti, le istanze depositate per un’eventuale discussione delle proposte durante i lavori parlamentari non sono state annullate, come invece avverrebbe con il totale scioglimento delle Camere e il ritorno al voto.

Bollo Auto e Canone Rai: a che punto siamo per l’abolizione?

Nonostante questa notizia possa rincuorare, però, è importante sottolineare che al momento non ci sono significative novità riguardo l’abolizione delle due tasse.

Il progetto del ministro Di Maio prevedeva di impiegare la diminuzione dello spread per poter avere fondi sufficienti a gestire le due situazioni, soprattutto per quanto riguarda il bollo auto.

Gli esperti, in realtà, criticano questa visione un po’ semplicistica nella gestione del denaro risparmiato dallo spread. Sarebbe più opportuno, trattandosi di un indice soggetto a numerose oscillazioni, prevedere piuttosto di destinare quei soldi per saldare il debito pubblico, piuttosto che per garantire misure che necessiterebbero di un gettito di denaro pressoché continuo.