Dopo una lunga attesa il sogno degli Italiani si finalmente è avverato. Anche nel nostro paese, infatti, arriva ufficialmente la prima rete WiFi pubblica a cui ogni cittadino Italiano, e non, può connettersi gratuitamente senza la minima restrizione. Negli ultimi due anni, infatti, il Governo Italiano ha supportato uno dei progetti più innovativi che fonda le sue basi su una piattaforma open source disponibile sia su dispositivo Android che su dispositivi iOS. Attraverso un’apposita applicazione, quindi, sarà possibile collegarsi rapidamente alla rete WiFi pubblica attraverso gli hotspot più vicini a noi. Attualmente la rete WiFi si trova in una fase iniziale ma i primi test risultano essere molto positivi. Scopriamo di seguito gli ultimi dettagli

WiFi gratuito: ecco il nuovo progetto del Governo Italiano

Nato da un’idea dei Ministeri e delle agenzie Italiane attive nel settore dello sviluppo tecnologico, ad oggi la rete WiFi gratuita e in fase di installazione per mano Infratel. Attualmente i comuni che hanno aderito al progetto sono oltre 3000 ma, per i primi mesi, il Governo Italiano ha deciso di attivare la rete WiFi esclusivamente nelle zone colpite da terremoti e alluvioni(Leonessa, Amatrice, Accumoli, Antrodoco, Borgo Velino, Borbona, Castel Sant’Angelo, Cittaducale, Cantalice, Micigliano, Cittareale, Poggio Bustone, Posta, Rieti e Rivodutri)

Ciononostante, però, l’obiettivo principale del progetto è quello di coprire l’Italia intera, raggiungendo di fatto oltre 7000 comuni entro la fine del 2020. La rete WiFi pubblica sarà inoltre utilizzata come strumento per accrescere es incentivare il turismo in tutta la penisola.

La nuova rete rappresenta quindi una svolta per milioni di cittadini che finalmente potranno dire addio alle tariffe 4G e 5G offerte da Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad.