social network ladriUna nuova truffa della bottiglia è stata perfezionata da malviventi che ne studiano sempre una per cercare di imbrogliare il prossimo e, in questo caso, addirittura rubare l’automobile senza dover ricorrere a macchinari costosi o tecnologicamente avanzati.

Secondo quanto comunicato dalla Polizia Stradale, nel corso dell’ultimo periodo sono stati segnalati tantissimi tentativi (molti dei quali anche andati a segno) di furto d’auto per mezzo di un meccanismo veramente semplicissimo, ma allo stesso tempo a dir poco micidiale.

 

Truffa della bottiglia: come funziona

Il tutto si svolge in pochissimi minuti, il malvivente posiziona una bottiglia vuota in un passaruota (tra la gomma ed il parafango, per intenderci) anteriore quando la macchina è parcheggiata; a questo punto l’automobilista, ignaro del tutto, si mette in viaggio accorgendosi molto presto di uno “strano rumore” provenire da una ruota.

Accostandosi per controllare viene inseguito dal criminale che, cogliendolo di sorpresa e sfruttando molto probabilmente il fatto che non sia stata spenta l’automobile, correrà sulla stessa fuggendo il più rapidamente possibile.

Le segnalazioni pervenute sono davvero tantissime, vi raccomandiamo di prestare sempre la massima attenzione alle truffe di questo tipo (come ad esempio quella dello specchietto, oppure di gente che incrocia qualcuno coricato in mezzo alla strada o similari). Il nostro obiettivo è come al solito sensibilizzarvi sull’argomento, nella speranza di essere d’aiuto per evitare spiacevoli inconvenienti; la buona fede di molti di noi è messa a dura prova, le conseguenze di queste brutte esperienze ci portano ad essere maggiormente distaccati e impreparati ad aiutare il prossimo nel momento del bisogno.