esim smartphone sim virtuali

Le numerose truffe presenti nel Web rendono gli utenti sempre più arrabbiati e timorosi di navigare all’interno dei tanti portali di riferimento. Sappiamo che le frodi si nascondono ovunque: da quelle che avvengono mediante email o SMS, a quelle che colpiscono le sim telefoniche degli utenti Tim, Wind, 3 Italia e Vodafone. Lo scopo è sempre il medesimo: svuotare i conti correnti.

Proprio da qualche mese sembra essere tornata in auge una delle truffe più famose, rivisitata sotto una nuova veste. Stiamo parlando della Sim Swap Scam, ossia una truffa che mira alla clonazione delle schede telefoniche, per poi utilizzarle per acceder alle App di Home Banking e svuotare i conti degli utenti.

Un processo sicuramente macchinoso e che necessitano di hacker esperti ma che fa leva sulla disattenzione e sulla distrazione degli italiani che condividono troppe informazioni personali sui Social. Queste, ricordiamo, sono la base sulla quale si sviluppa la frode online.

La truffa delle sim: Sim Swap Scam

Questa pratica malevola degli hacker sembra aver già fatto diverse vittime e numerosi clienti delle principali compagnie telefoniche italiane sembrano essere stati vittime di questa truffa.

Dopo aver raccolto le informazioni basilari della vittima, si procede alla clonazione dei documenti e alla richiesta al gestore di riferimento dell’utente ignaro che sta subendo la truffa, di una nuova sim telefonica. In secondo luogo poi, i malviventi sfrutteranno la suddetta sim per l’autenticazione a due fattori che le App di home banking richiedono. Il tutto sarà necessario per accedere all’interno del software della banca online e svuotare in seconda battuta, il conto corrente.

Non esiste al momento un metodo per difendersi da questa frode, però nel momento in cui l’hacker attiva la nuova sim, si disattiva la precedente. Se doveste notare una situazione analoga, contattate immediatamente il provider e la banca di riferimento.