galaxy s11

Il tanto atteso Galaxy S11 dovrebbe arrivare il prossimo febbraio 2020 e Samsung ha pianificato il lancio del suo top di gamma sulla base di tre modelli diversi tra loro per forma, prestazioni e colori. Mentre della versione standard e Plus conosciamo più o meno ogni dettaglio (dal super chipset, le fotocamere mostruose e il supporto per la rete 5G), c’è invece molta eccitazione tra i fan per la variante S11e.

Essendo in genere lo smartphone low-cost della casa, ci si aspetterebbe una performance in linea più con la generazione precedente che dell’attuale. Ma Samsung sembra intenzionata a stupire tutti gli utenti con una dotazione hardware di tutto rispetto e anche il supporto al 5G a un prezzo accessibile.

 

Galaxy S11: ecco come sarà il nuovo smartphone 5G di Samsung

Dal punto di vista del design avremo ancora un piccolo foro centrale in stile Galaxy Note 10, con il display tipico dai bordi curvi e un aspect ratio di 20:9. In più sembra che il pannello dovrebbe supportare ben 120 Hz di refresh rate racchiuso in uno spessore complessivo di circa 8 mm di media.

La back cover in vetro ospiterà un comparto fotografico composto da tre sensori e un flash LED posto lateralmente. Tornando all’hardware, Samsung ha scelto per Galaxy S11e un Qualcomm Snapdragon 865 con supporto 5G, mentre sul mercato asiatico continuerà a utilizzare il SoC proprietario Exynos 990.

Anche la batteria considerata insufficiente nella versione 10e è stata migliorata, passando a ben 3.730 mAh con tecnologia di ricarica rapida a 25W. Dal punto di vista software è confermata la presenza di Android 10 e l’interfaccia proprietaria One UI 2.0.