fisco controlli sui conti correntiPer cercare di eliminare definitivamente l’evasione fiscale, cosa praticamente impossibile in Italia, il fisco e l’Agenzia delle Entrate hanno messo in atto una nuova maxi operazione finalizzata all’individuazione degli evasori.

La missione è stata portata avanti nel corso degli anni con il lancio del Redditometro, uno strumento che puntava ad analizzare le spese dei cittadini confrontandoli con i guadagni da loro dichiarati. Nel momento in cui fosse stata registrata una discrepanza tra i due valori, ecco arrivare il temutissimo controllo fiscale con possibili multe annesse.

Ultimamente il suddetto è stato ritenuto inadeguato ed inutilizzabile per le funzioni alla base della sua creazione, al momento in cui vi scriviamo non risulta essere attivo, ma aspettate a gioire. Prima di tutto ricordate che il Redditometro è ancora idoneo per tutte le analisi precedenti al 2015, non è applicabile solamente a partire dal 2016.

 

Fisco e Agenzia delle Entrate: i controlli sui conti

Nel frattempo Fisco, Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza si stanno muovendo per far si che possa tornare in vigore in tempi brevi, ma non hanno comunque mollato la presa sugli evasori. Proprio in questo periodo sono stati attivati una serie di controlli a tappeto dei conti correnti di clienti di Unicredit, BNL, Intesa Sanpaolo, BPM e dei principali istituti di credito.

La lotta all’evasione continua e continuerà per tantissimi anni, senza però riuscire mai ad eliminarla completamente, di questo purtroppo ne siamo praticamente sicuri. Seguiranno nuovi aggiornamenti di una vicenda che riguarda direttamente tutti noi e che potrebbe essere davvero molto spinosa.