Instagram

Negli ultimi anni il social network Instagram è diventato un vero e proprio punto di riferimento per milioni di utenti. Moltissimi brand e personaggi famosi hanno affidato la propria immagine a questa piattaforma.

Nonostante l’arrivo di TikTok abbia scombussolato un po’ gli umori, l’azienda che fa parte della società di Menlo Park, secondo l’esperto, ha in serbo delle novità molto interessanti per il prossimo 2020. Scopriamone insieme qualcuna.

 

Instagram: le novità del 2020 secondo l’esperto

Francesco Mattucci, fotografo, Instagramer ed autore di corsi presso l’agenzia Primopiano e co-founder di Garage Raw, ha raccontato quali saranno le novità della piattaforma, secondo lui, nel prossimo 2020. I nostri colleghi di Wired hanno gli hanno chiesto cosa è cambiato nella piattaforma negli ultimi anni. Ecco la sua risposta: “Il team di programmatori continua incessantemente a sviluppare l’app anche se a volte le modifiche sono impercettibili. All’ordine del giorno c’è la guerra ai bot: è stato annunciato che Instagram permetterà di accedere a un account tramite un solo dispositivo alla volta, questo significa che app di terze parti non potranno operare se l’account al quale sono agganciati è autenticato in un altro dispositivo..”.

Non è mancata la domanda sugli account fake, hanno infatti chiesto a Francesco come riconoscerli. Ecco la sua risposta: “Generalmente si tratta di profili creati da bot-farm in maniera automatica allo scopo di seguire migliaia di persone. Questi account valgono unicamente come numero, non compiranno mai alcun tipo di interazione con l’account che iniziano a seguire e, di conseguenza maggiore è il loro numero, maggiore sarà il danno provocato all’engagement del profilo. Riconoscerli non è facile, ma possibile: i meno evoluti hanno nickname senza senso, spesso composti da una serie di caratteri alfanumerici, sono privi di immagine profilo e di biografia e hanno pubblicato solo 3/4 contenuti“.

Ed ecco che finalmente si sbilancia su quello che potrebbe accadere, ora che la piattaforma pare abbia deciso di sperimentare lo stile del rivale TikTok. Mattucci ha commentato: “Al termine della fase di test la possibilità di creare video musicali di 15 secondi sarà offerta a tutti e, la mia opinione, è che il gruppo di Zuckerberg infliggerà un duro colpo a TikTok. Gli utenti che hanno già vasto seguito su Instagram si ritroveranno infatti nella condizione di poter offrire al loro pubblico contenuti simili senza dover per forza ripartire da zero su un’altra piattaforma. Alla stregua di ciò che è già accaduto nel 2016 con le stories contrapposte a Snapchat, a mio parere Reels relegherà TikTok in una nicchia“.