L’anno prossimo, la NASA prevede di raccogliere un piccolo lotto di terra da un asteroide di nome Bennu, situato a milioni di miglia dalla Terra – e ora l’agenzia sa da quale parte della roccia spaziale ruberà. Oggi, l’agenzia spaziale ha annunciato che una delle sue astronavi tenterà di catturare alcune particelle da un cratere largo 20 metri , chiamato Nightingale, sull’asteroide.

Gli ingegneri hanno scelto il sito di Nightingale da quattro punti candidati finali su Bennu, sostenendo che potrebbe essere il posto migliore per trovare materiale organico e acqua sull’asteroide che potrebbe provenire dai primi giorni del Sistema Solare. “Questo è risultato davvero eccezionale, a causa del valore scientifico“, ha detto Dante Lauretta, il principale investigatore della missione di campionamento degli asteroidi. Tuttavia, prendere di mira il cratere non è privo di rischi. L’area è circondata da un grande muro di rocce, che potrebbe rendere difficile afferrare un campione. Ma alla fine, Lauretta ha detto che l’area potrebbe avere quello che stanno cercando.

 

NASA: gli scienziati sperano di ottenere qualcosa di fondamentale

Gli scienziati sperano di ottenere un campione che fornisca la migliore istantanea di com’era il primo sistema solare miliardi di anni fa. Si pensa che gli asteroidi siano resti rocciosi del primo sistema solare, essendo rimasti relativamente gli stessi nel tempo. Contengono materiali che erano presenti durante la nascita dei pianeti. Studiare le offerte di un asteroide in un laboratorio qui sulla Terra potrebbe aiutarci a svelare alcuni dei segreti di come è diventato il nostro vicinato cosmico.

Il robot incaricato di afferrare e consegnare queste particelle di asteroidi sul nostro pianeta è l’astronave OSIRIS-REx. Il veicolo ha girato intorno a Bennu nell’ultimo anno, dopo aver trascorso due anni viaggiando nello spazio per raggiungere l’asteroide. Durante questo tempo di ritrovo, la navicella spaziale ha utilizzato vari strumenti per mappare la superficie di Bennu e ottenere una comprensione dettagliata di come sia il terreno della roccia. In questo modo, il team di ingegneri dietro OSIRIS-REx potrebbe scegliere il sito migliore per il veicolo da campionare.