Nel mondo informatico, sempre più spesso si sente il termine DNS. Sostanzialmente rappresentano una nicchia della rete di Internet poiché permettono agli utenti di poter accedere senza problemi ai servizi che il web offre mediante un nome molto più semplice da ricordare rispetto ai lunghissimi indirizzi IP.

DNS: come cambiarli

La traslitterazione, l cambiamento di nome viene posto proprio grazie dei servizi che offrono i Server DNS, che gestiscono il tutto in maniera completamente indipendente e autonoma ogni volta che noi digitiamo nella casella quel che stiamo cercando.

Tutte e caratteristiche o anche dette impostazioni DNS, comunemente vengono ereditate dagli ADSL o dallo stesso operatore telefonico che spesso ci fornisce a nel pacchetto anche la rete Internet. Questo si nota soprattuto quando tentiamo di accedere ai siti bloccati, utilizziamo dei DNS liberi o siti poco sicuri che il nostro pc, mediante l’antivirus decide di non aprire.

Modificare i DNS in sostanza non è così complicato infatti bisogna:

  1. Accede al menù Wifi, che si trova nelle impostazioni del nostro telefono
  2. Una volta trovata la nostra rete tenere pigiato finché sulla connessione no appare la dicitura ‘’Modifica configurazione rete’’
  3. Abilitate il ‘’Mostra impostazioni avanzate’’
  4. Nel campo che vedete di Impostazioni IP cliccate sulla dicitura ‘’Statico’’
  5. Appariranno due campi e in ciascuni inserite gli indirizzi DNS e salvare le modifiche

E’ un processo molto comodo che permette di ingarbugliarsi di meno e ricordare un nome rispetto ad un codice alfanumerico. E’ un processo molto veloce ma che richiede attenzione poiché altrimenti il risultato non avviene.