stelle cadenti geminidi

A dicembre l’osservazione delle stelle cadenti è forse più feconda dello stesso caratteristico giorno di agosto, poiché le ore di oscurità che abbiamo a disposizione ci consentono di assistere a sciami di meteore con molta più frequenza del normale.

Osservando il cielo, lo sciame meteorico in arrivo è quello delle Geminidi le quali sono forse le uniche che possono reggere il confronto in fatto di quantità e luminosità con le stelle cadenti estive del gruppo delle Perseidi.

 

Stelle Cadenti: occhi al cielo per il 13 dicembre, arrivano le Geminidi

Inoltre, le Geminidi del 2019 che incontreranno il cammino della Terra saranno particolarmente attive e intense tra il 13 e il 14 dicembre, favorite appunto da un timido Sole nelle prime ore del mattino. Dunque prima che arrivi l’alba, e in particolare a partire dalle 2 del mattino, le meteore toccheranno il culmine d’intensità e saranno più brillanti da vedere.

Purtroppo non possiamo darvi solo buone notizie, poiché infatti gli esperti dell’Unione Astrofili Italiani riferiscono che la Luna Piena calante genererà un forte disturbo luminoso nella sua posizione alta sopra l’orizzonte. Tuttavia, nel giorno del picco sarà generalmente possibile osservare il passaggio di oltre un centinaio di stelle ogni ora, anche se la frequenza si dimezza per il chiarore lunare. Lo sciame delle Geminidi sarà visibile al meglio dall’Emisfero Settentrionale e il fenomeno è causato dal passaggio dell’asteroide 3200 Phaethon scoperto nel lontano ottobre del 1983.

Come spiega una nota dell’UAI:le Geminidi sono in genere particolarmente evidenti tra il 10 e il 15 dicembre e mostrano un’attività massima sostenuta per parecchie ore essenzialmente con due aumenti della frequenza, il primo più consistente con meteore di debole luminosità e il secondo successivo meno cospicuo con meteore più brillanti“.