blank

Le truffe online sempre più frequenti fanno dannare l’anima ai poveri utenti che, sempre più arrabbiati, si rivolgono alle autorità competenti per cercare una soluzione al problema. La frode denominata Sim Swap Scam si sta diffondendo sempre più nel nostro Paese e la Polizia Postale riceve ogni giorno diverse segnalazioni a riguardo. Ad essere protagoniste le sim telefoniche degli utenti facenti parte del servizio con Tim, Wind 3, Vodafone, Iliad, Fastweb.

Tale pratica non è l’unica che viene utilizzata dagli hacker per rubare il denaro alle vittime ignare. Vengono utilizzate anche le mail phishing, i messaggi SMS smishing ma anche i mobile token delle banche. Oramai con l’autenticazione a due fattori, è evidente come lo smartphone e la sim telefonica siano il fulcro della vita quotidiana. Le schede sono diventate infatti vitali e fondamentali per la sicurezza sul Web. Ma vediamo nel dettaglio come si dipana la truffa.

Sim clonate: come funziona la truffa nel dettaglio

Stando alle parole della Polizia Postale, la truffa delle sim clonate si basa su due fasi differenti: si passa dalla raccolta delle informazioni della vittima designata sui Social per poi richiedere all’operatore telefonico di riferimento un duplicato di una ipotetica scheda smarrita.

In possesso quindi dell’oggetto necessario, i cyber criminali, attraverso l’autenticazione a due fattori, compieranno tutti i passaggi necessari per arrivare al conto corrente dell’utente a cui hanno attuato la truffa e lo svuoteranno. Il nostro consiglio è quello di stare attenti a ciò che postate sul Web, proprio per prevenire alla base frodi simili.