Le rimodulazioni spesso non riguardano soltanto le compagnie di telefonia come Tim, Iliad, Vodafone, Fastweb e molte altre. Anche le banche come Fineco, cambiano i loro costi di gestione per i conti correnti. Queste nuove modifiche vedono infatti un aumento del canone annuo per i clienti e l’addio alla gratuità del servizio, come invece è accaduto finora.

La famosa banca, fondata nel lontano 1999 a Milano, adesso sta organizzando nuovi conti correnti per i clienti che decideranno di optare per il servizio con la banca, ma anche per i vecchi che posseggono già un contratto con essa. Si parla di cifre che possono raggiungere i 3,95 €.

Il canone a pagamento per vecchi e nuovi clienti Fineco

Con 3,95 Euro mensili si ipotizza un costo massimale che l’utente dovrà sborsare per il pagamento del canone della banca. Infatti, potrebbero esserci i presupposti per pagare anche molto meno.

In questo caso i clienti riceveranno una mail direttamente dalla propria banca che avvisa di tale modifica contrattuale. Attenzione però a non scambiare il messaggio con una mail di phishing, in quanto, ve lo diciamo anche noi, essa non lo è. Inoltre, se volete essere più sicuri, vi ribadiamo che una mail truffaldina contiene sempre un link ipertestuale dal quale poi si dipana la truffa, mentre la mail di Fineco ha solo un testo in cui spiega le nuove modifiche contrattuali per i consumatori.

Ma quando sarà attiva questa nuova modifica?

Da Febbraio 2020 inizieranno le prime modifiche sostanziali a queste condizioni, ma non disperate: sarà possibile infatti studiar il caso singolarmente per capire quale sarà l’importo massimo a cui bisognerà andare incontro. Per maggiori dettagli vi invitiamo a visitare l’area privata all’interno del sito della banca Fineco per saperne di più.