fusione nucleare

La fusione nucleare è il processo che avviene all’interno delle stelle come il nostro Sole, ed è la forma di energia più pulita che conosciamo nell’Universo. Nel processo si fondono due nuclei (solitamente idrogeno o elio) per crearne uno nuovo, e lo scarto della reazione non è altro che una spaventosa quantità di energia pulita.

Un’energia che sarebbe bello poter utilizzare per coprire il fabbisogno di una nazione, o magari dell’intera popolazione mondiale, ma un progetto di centrale nucleare ha dei costi davvero esorbitanti per le attuali tecnologie a nostra disposizione. La fusione nucleare in laboratorio avviene però all’interno di acceleratori di particelle su una scala infinitesimale.

 

Fusione Nucleare: tutte le novità sulla nuova fonte di energia

Come dice il professor Ralf Schützhold, direttore del Dipartimento di Fisica Teorica del Helmholtz-Zentrum Dresden-Rossendorf: “da un lato si tratta di una fonte di energia praticamente illimitata. Dall’altro lato, ci sono tutti i numerosi ostacoli tecnologici che vogliamo aiutare a superare attraverso il nostro lavoro”.

Purtroppo per innescare la fusione nucleare bisogna superare la repulsione elettrica tra i nuclei atomici, ma un processo quantistico può ovviare al problema generando un “effetto tunnel”. Tuttavia i ricercatori di Dresda stanno ancora studiano le possibilità di usare i raggi X per innescare la fusione, mentre si sono già scelti gli isotopi di idrogeno, deuterio e trizio per diventare il propellente delle future centrali.

Se l’effetto tunnel è stato ottenuto varie volte in laboratorio in altri esperimenti, ad oggi nessuno lo ha tentato per una reazione di fusione nucleare. Ma se a Dresda si riuscisse nell’intento, la strada da seguire e su cui investire quante più risorse possibili sarà tracciata. Potremo ritornare a sperare per la salute del nostro pianeta e per il nostro futuro.