DVBT2 decoder gratis

L’era delle novità tecnologiche è letteralmente alle porte: tra meno di un mese il 2020 accoglierà nelle case di tutti gli italiani delle novità senza eguali tra le quali rientrano il noto 5G ed il nuovo standard per il digitale terrestre, il DVBT2. In vista di questa modifica saranno diversi gli utenti obbligati ad effettuare qualche acquisto o, in caso contrario, saranno obbligati ad abbondare i propri programmi televisivi per sempre.

Il DVBT2 è quasi arrivato: ecco cosa fare per continuare a guardare la Rai e Mediaset

Introdotto a favore del 5G, il DVBT2 inizierà la sua implementazione il prossimo anno per poi essere definita completa solo nel 2022. Ad ogni caso, questo risulta essere il momento più prospicuo per adattarsi alle nuove frequenze visto che è disponibile un bonus di 50 euro per ogni famiglia. Stando alle normative vigenti, non tutta la popolazione dovrà ricorrere alle modifiche, ma solo tutte quelle persone che a casa posseggono dei dispositivi prodotti antecedentemente al 2017. 

Per questa categoria di utenti saranno due le possibilità da intraprendere:

  1. acquistare un decoder per il DVBT2;
  2. acquistare una televisione prodotta successivamente al 2017 e che contenga al suo interno il supporto al codec HEVC.

Per usufruire del bonus dei 50 euro, come affermato dall’Agenzia delle Entrate, bisognerà rispettare alcuni requisiti: il primo tra tutti del possedere un ISEE pari o non superiore a 20.000 euro. Per sapere come poter ottenere tale scontistica vi suggeriamo di visitare il sito ufficiale, così da non arrivare in negozio senza documentazione e perdere questa occasioni per risparmiare qualche euro.