truffa PostePay

Un nuovo messaggio truffaldino ha invaso le linee telefoniche degli utenti possessori di un conto PostePay presso Poste Italiane. Come al solito, i cybercriminali hanno deciso di prendere come soggetti questa categoria di consumatori che tra una email ed un SMS quasi quasi vengono contattati quotidianamente. Così come per le precedenti volte, i nuovi tentativi di truffa prevedono un approccio comune, ma bisogna precisare che questa volta vi è un dettaglio in più.

Poste Italiane: i clienti con attivo un conto PostePay sono stati contattati attraverso nuove truffe

I nuovi casi di truffa si sono manifestati attraverso gli SMS. Denominato quindi “smishing“, il metodo utilizzato non fa che ricordare io caro e vecchio phishing: esso cambia solo il mezzo di diffusione.

Come è possibile vedere dalla testimonianza qua sopra, diversi utenti con un conto PostePay sono stati contattati attraverso la solita scusa del conto bloccato. Come sempre, in allegato si trova il link che risolve ogni problema: secondo i cybercriminali, chi lo utilizza per aggiornare i propri dati potrà risolvere tutti i suoi problemi.

Ovviamente tutto ciò non è altro che un escamotage per attrarre gli utenti a cliccare il collegamento diretto che se aperto riconduce ad una copia spudorata del sito di Poste Italiane. Come sempre invitiamo i nostri utenti a prestare particolare attenzione davanti a questi SMS e di non agire in maniera frettolosa poiché in gioco vi sono i propri dati personali e soprattutto i propri risparmi. Per risolvere dubbi o ottenere informazioni, l’ufficio Postale rappresenta sempre la miglior scelta.