Facebook

Il social network Facebook ha recentemente annunciato il rilascio del primo strumento di portabilità dei nostri dati personali. Questa nuova funzione permetterà a tutti gli utenti iscritti alla piattaforma di trasferire su Google Foto le immagini caricate nel corso degli anni sul proprio profilo.

Il tool dedicato al trasferimento delle foto è ancora in fase di sviluppo e, come anticipato anche negli scorsi giorni, approderà ufficialmente entro la fine del 2020. Iniziamo a scoprire insieme come funzionerà.

 

Facebook: effettuare il backup delle foto su Google Foto

Inizialmente la funzione sarà disponibile per gli utenti irlandesi ma secondo le ultime indiscrezioni si espanderà pian piano in tutto il mondo entro la prima metà del 2020. Al momento Facebook ha messo a disposizione un servizio con il quale è possibile scaricare i propri dati e archiviarli sul disco rigido del proprio PC. La nuova funzione permetterà invece di inviare i propri dati ad un altro servizio online, senza bisogno di passare attraverso un PC, che non tutti hanno.

Al momento le motivazioni di questa importanza che la piattaforma da al trasferimento dei dati degli utenti non sono ancora chiare. Per molti analisti però si tratterebbe di una prima mossa in previsione dell’arrivo di leggi molti più restrittive sulla privacy degli utenti. Per altri analisti invece potrebbe trattarsi di un primo passo della piattaforma verso un trattamento dei dati personali più aperto e con lo scopo di assicurare loro un maggiore controllo dei propri dati personali.

Non solo Facebook ha avviato un progetto relativo alla portabilità, anche Apple, Microsoft, Twitter, Google partecipano al progetto lanciato nel 2018 chiamato Data Transfer Project. Questi grandi colossi hanno infatti stretto un nuovo accordo per migliorare la privacy di tutti i propri utenti. Ne sapremo sicuramente qualcosa in più nelle prossime settimane.