batterie smartphone

Se usate intensamente lo smartphone dalla mattina alla sera allora siete come tutti preoccupati dell’autonomia della batteria. Pertanto, cari amici ecco alcuni trucchi che si possono utilizzare per prolungare la durata delle batterie per tutta la giornata.

Per prima cosa dovete ricordarvi che la ricarica non è un momento da sottovalutare, soprattutto in relazione al fatto che è vero che gli accumulatori al litio possono essere ricaricati in qualsiasi momento senza problemi, ma è giusto tenere in conto che i cicli di ricarica non sono infiniti. Per questo raccomandiamo di non abusare di una ricarica anche quando non serve, men che meno attaccare il device alla rete elettrica solo 10 minuti.

Una buona abitudine è controllare tutte le funzioni attive sul vostro telefono, soprattutto quelle che non usate veramente durante il giorno. Uno dei tool che consuma batteria è il Wi-Fi, e poiché non siamo un popolo dalle tariffe telefoniche povere di Giga, se non c’è una rete domestica o aziendale da usare meglio spegnerlo. Anche la recente diffusione degli assistenti vocali sta inficiando la durata delle batterie, questo perché quando ponete una domanda al Google Assistant questi mette in moto una serie di processi che consumano molta energia.

 

Batterie smartphone: GPS, notifiche e luminosità

Allo stesso modo alcune app tengono costantemente attivo il GPS il quale, a meno che non usiate il navigatore, consuma tantissima energia. Ma mentre prima era facile spegnere la geolocalizzazione dal menu a tendina, in alcune versioni di Android dovete intervenire sulle singole applicazioni nelle impostazioni.

Capitolo notifiche. Sebbene sia molto utile avere traccia di tutti i nostri social, delle email e dei nostri videogame, è meglio disattivare tutte quelle che non sono indispensabili altrimenti lo smartphone si scarica molto prima. Per non parlare di uno dei talloni d’Achille che da sempre affligge l’autonomia dei telefonia, ovvero la luminosità dello schermo: dovete assolutamente disattivare l’opzione della luminosità automatica, gestendo personalmente l’intensità solo se davvero necessario.

Infine, un consiglio davvero sottovalutato è l’aggiornamento di tutte le patch di sistema e di tutte le ultime release delle applicazioni installate, poiché ogni update porta delle migliorie ai codici con cui sono scritti i software compreso una gestione dell’autonomia ottimizzata per l’hardware che avete.