YouTube, la piattaforma video più famosa al mondo ha deciso di aggiornarsi di nuovo. Non nell’estetica o nella landing page ma ancora una volta nella regolamentazione dei parametri per i contenuti pubblicati.

YouTube: aggiornamento sulla moderazione

Cambiare la moderazione, significa ricalibrare anche le norme di contenuto. Infatti a partire da ieri sulla piattaforma, la violenza presente sui videogiochi verrà considerato come un qualsiasi contenuto video e questo ammette meno limiti e soltanto alcuni contenuti dovranno solamente aspettare l’accettazione senza essere vitati alle fasce di età.

Google però da parte sua farà la sua azione. Cercherà di rendere più restrittivo i video in cui è presente un alto tasso di violenza, ma la stessa YouTube ha ben stabilito una differenza riconoscibile tra violenta senza limiti e qualche ovviamente strutturata per una scena.

Questa rivoluzione in maniera molto probabile è dovuta alla nascita di Google Stadia, nuova piattaforma di gaming, la quale sicuramente sta cercando una forte alleanza solida con la piattaforma di video.

Infatti non è scontata la presenza di una funzione chiamata Crowd Play, che ha la possibilità di far relazionare in un rapporto più diretto, gli utenti con un live streaming, così da permettere sessioni multi giocatore, per cui però ovviamente chi partecipa deve esser registrato e quindi essere in possesso di un account Stadia di Google.

La piattaforma di YouTube sembra incominciare un processo di coscienza e concretizzazione per tutti i settori che includono uno sviluppo audio e ovviamente video, punendo i veri contenuti che non si limitano alle scene ma incoraggiano alla vera violenza.