RaiIl rimborso del canone Rai è una truffa che ultimamente sta colpendo milioni di utenti su tutto il territorio nazionale, con un messaggio di posta elettronica con provenienza fittizia l’Agenzia delle Entrate, infatti, i malviventi stanno convincendo i consumatori di avere tutte le carte in regola per ottenere il tanto agognato rimborso.

E’ importante tuttavia sapere che in nessun modo è possibile ottenerlo, nemmeno ufficialmente; l’unica cosa che il normale consumatore può fare è richiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai, salvo comunque essere in possesso di determinati pre-requisiti. Gli unici che possono ottenerla, al netto di coloro che dichiarano di non possedere un apparecchio televisivo, sono gli over 75 e chi ha un reddito inferiore ai 7000 euro annui (circa).

In nessun altro caso il consumatore potrà ottenere l’esenzione, un passaggio molto importante questo, non il rimborso come promesso dall’ipotetica mail che potreste ricevere sul vostro numero di telefono.

 

Canone Rai: rimborso o truffa?

La truffa ruota proprio attorno alla volontà dell’utente di vedersi scontare definitivamente una tassa di cui ne vorrebbe tranquillamente fare a meno; il messaggio sembra a tutti gli effetti reale, come il sito a cui ci si collegherà premendo il link interno. Il consiglio che vi possiamo dare è di prestare la massima attenzione alle e-mail che ricevete, ricordate sempre che l’Agenzia delle Entrate non vi proporrà mai un rimborso di sua iniziativa, nemmeno se si fossero sbagliati a calcolare o ad addebitare il canone Rai stesso.

Il pericolo è sempre in agguato, anche per gli utenti di Postepay.