Marte-dust-storm-torri-polvere-rover-nasa

I rover NASA sono stati in grado di osservare la tempesta di polvere su tutta Marte l’anno scorso. Sebbene siano note agli scienziati, queste tempeste di polvere sono relativamente rare e si verificano solo una volta ogni dieci anni circa. La tempesta globale dell’anno scorso ha permesso agli scienziati della NASA di approfondire gli studi su queste tempeste, facendo luce sulla formazione delle cosiddette “torri di polvere”.

In poche parole, una torre di polvere è simile a un tornado di polvere sulla Terra. La NASA li descrive come enormi torri di nuvole piene di polvere che raggiungono altitudini più elevate rispetto alla polvere ordinaria. Queste dense torri di polvere possono formarsi in normali condizioni ambientali su Marte, ma sono più comuni durante una tempesta globale.

La NASA studia questi fenomeni da anni

A differenza dei tornado, queste torri di polvere sono davvero enormi. La NASA spiega che possono diventare larghe quanto il Rhode Island ed innalzarsi per più di 50 miglia. La parte superiore della torre della polvere può essere larga come il Nevada.

Il Mars Reconnaissance Orbiter della NASA è in grado di monitorare queste tempeste di polvere. In questo modo, l’agenzia spaziale si è accorto che qualcosa di insolito è accaduto l’anno scorso. Secondo la NASA, durante la tempesta dello scorso anno le torri di polvere si formavano continuamente e alcune torri durarono per più di tre settimane, il che è insolito.

Gli scienziati ritengono sorprendente l’attività di queste torri di polvere. Durante il processo di formazione, le torri possono anche assorbire piccole quantità di vapore acqueo nell’atmosfera. Questo potrebbe aiutare a spiegare come Marte abbia perso tutti i suoi laghi e fiumi.