Il modo migliore per vivere l’esperienza completa di Stadia oggi è giocare su una TV con Chromecast Ultra. È l’unico fattore in cui Stadia Controller si collega direttamente ai server di Google. Il supporto wireless per telefoni e desktop è attualmente previsto per il 2020.

Da quando ha annunciato la piattaforma di streaming, Google ha propagandato Stadia Controller volendo fornire migliori esperienze senza latenza connettendosi direttamente tramite Wi-Fi all’istanza di Stadia nel cloud. A metà ottobre, Google ha affermato che “sta lavorando per aggiungere opzioni wireless subito dopo il lancio”.

Intorno al 19 novembre, l’elenco di Google Store per Premiere Edition è stato aggiornato per notare come “Supporto wireless Stadia Controller per laptop, desktop e tablet e telefoni in arrivo nel 2020”. Mentre la guida originale di Google non ha mai fornito tempi difficili, “presto “In qualche modo implicava un periodo di tempo più immediato rispetto al 2020.

 

Google Stadia: le diverse funzioni che il controller può avere

Nel frattempo, Stadia supporta controller di terze parti di Microsoft Xbox, Nintendo Switch e Sony PlayStation. La maggior parte può essere accoppiata tramite telefoni Bluetooth a telefoni Pixel e laptop / desktop per un gameplay senza fili. L’uso del controller Stadia con USB-C è un’esperienza positiva oggi, ma aggiunge solo un altro ostacolo all’avvio senza interruzioni.

Un’altra funzionalità relativa al controller Stadia che non è ancora disponibile è l’audio Bluetooth per le cuffie, mentre il cellulare non ha acquisizioni dello schermo e risponde alla chat vocale. Le ultime due caratteristiche presumibilmente richiedono – e sono legate – in modalità wireless Connettività del controller per il trasferimento dei dati. Google Assistant non è ancora disponibile su nessuna piattaforma per query e comandi di base, ma arriverà prima a Stadia Controller con Chromecast. Questo è attualmente citato come “coming soon”.