Le truffe da parte dei call center che avvengono ai danni degli utenti possessori di sim con Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia, sono aumentate a dismisura. Le offerte che i provider propongono sono aumentate a dismisura, e adesso gli utenti hanno timore nel rispondere ad una chiamata per paura di incappare in una frode.

Capita purtroppo che i call center pratichino pratiche poco oneste pur di far firmare nuovi contratti agli utenti. Ma come funzionano le nuove truffe? Come ci si può difendere?

Call Center: ecco come effettuano frodi ai danni dei clienti Tim, Vodafone, Wind

Le autorità segnalano diverse vittime di queste pratiche poco scorrette operate dai call center. Spesso basta un “si” oppure un “no” per incappare nella frode. E vi starete sicuro chiedendo ora: “ma come? Basta veramente un SI per ricevere una truffa?

Il meccanismo che operano questi truffatori sta in una chiamata apparentemente perfetta ma registrata, dove viene applicato un lavoro di montaggio del suono non indifferente per montare le famose parole “si” e “no” a proprio piacimento. Il risultato sta in una telefonata del tutto nuova che si viene a creare con un po’ di editing dietro.

Ma come fare per tutelarsi? Il meccanismo è molto semplice: ogni qualvolta si riceve una telefonata da parte di un call center, evitate di dire “si” o “no”. Vi suggeriamo di parlare per vie traverse con frasi generiche. Qualora invece voleste stare più tranquilli, vi suggeriamo di scaricare una delle due app più famose per bloccare lo spam delle chiamate di questi servizi. L’App più famosa è TrueCaller, disponibile per Android e iOS.