3g spento

Fra poco meno di un mese, ormai, gli Italiani potranno finalmente accedere al mondo del 5G. A partire dai primi mesi del 2020, infatti, migliaia di nuove antenne saranno installate e attivate su tutto il territorio così da permettere ai clienti di Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad di accedere ad una nuova rete mobile ultra veloce

Nelle ultime settimane, come ben sappiamo, le notizie relative al 5G e a tutte le nuove tecnologie legate ad esso, come le nuove forme di Intelligenza Artificiale, il Machine Learning e l’IoT, sono state molteplici. Purtroppo però, come accade nella maggior parte dei casi, anche questa volta non sono mancate le fake news che, in particolare, hanno puntato ai danni che la nuova rete potrebbe arrecare alla salute degli utenti.

5G e nuove antenne: addio definitivo al 3G nel prossimo anno

Di recente una notizia sconvolgente sta girando per il web. A quanto pare, a partire dal prossimo anno, le antenne del 3G verranno spente definitivamente. Secondo un primo riscontro, infatti, pare che gli operatori Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad sembrerebbero intenzionati a spegnere il 3G a causa delle forti radiazioni emesse dalle celle ad esso connesse.

In realtà, però, lo spegnimento della rete 3G rappresenta una chiara strategia di marketing. Nell’ultimo anno, infatti, i vari gestori telefonici hanno investito diversi miliardi di euro per far fronte alle spese derivate dalla costruzione della rete 5G. Di conseguenza il recupero di queste somme è il principale obiettivo da raggiungere nei prossimi anni. Per questo motivo, quindi, eliminare costi superflui può essere di fondamentale importanza e, quindi, gli operatori telefonici italiani hanno deciso di staccare la corrente alle antenne 3G. Ovviamente lo spegnimento delle celle 3G avverrà in un periodo abbastanza lungo così da permettere a tutti i consumatori di adattarsi alle più recenti tecnologie.