Le truffe online diventano ogni giorno sempre più frequenti: da quelle telematiche a quelle telefoniche. Una delle più famose e che sta facendo una vera e propria strage sul Web, risulta essere la famosa frode delle “sim“.

Definita in gergo “Sim Swap Scam“, consiste nel tentativo da parte di hacker professionisti di rubare soldi partendo dalla clonazione della scheda telefonica. Nelle ultime settimane sembra esser tornata in auge dopo un periodo di assenza sul territorio. I cyber criminali puntano a clonare le sim per accedere, mediante l’autenticazione a due fattori, alle App di Home Banking online della vittime e svuotarne il conto corrente.

Il tutto avviene a causa della distrazione e della poca attenzione di numerosi italiani che pubblicano spesso dati personali e privati sui profili Social.

SIM Swap Scam: la frode delle schede telefoniche che svuota i conti correnti degli italiani

La truffa delle sim sta colpendo diversi italiani possessori di contratti con Tim, Wind, 3 Italia, Vodafone, e ha come scopo finale il conto bancario di questi.

Sebbene sia complicata da realizzare, le modalità in cui avviene, sono diverse e hanno più step e punti: in primis bisogna raccogliere i dati dei clienti e falsificare i documentari affinché si possa richiedere al gestore della vittima una nuova sim. In secondo luogo, attraverso il numero, si accede alle app per l’home banking dell’utente e si rubano i dati personali e bancari.

Come fare per difendersi? Sicuramente non è difficile, in quanto basta capire che, nel momento in cui viene attivata la nuova sim dal truffatore, la vecchia smette di funzionare. E’ molto facile quindi, accorgersi che qualcosa non va. In tal caso, noi consigliamo di rivolgervi immediatamente alle autorità competenti e alla Polizia Postale.