Amazfit GTS si apre subito in prezzistica. Super interessante in quanto con poco più di 120 euro può esser visto al momento sul mercato la migliore opzione se si cerca la completezza e un design alla Apple ma non si vuole spendere una cifra da prodotto di alta gamma.

Amazfit GTS: un medio gamma che sfida Apple Watch

Parlando della struttura questo smartwatch è realizzato in lega di alluminio il cui peso è sotto i 25 grammi con uno spessore veramente ridottissimo.

Schermo strabiliante: super AMOLED con definizione Super Retina, con un livello di saturazione che regala una grafica spettacolare. Incredibili non sono solamente questi due aspetti ma anche la batteria per quanto concerne l’autonomia: dura quasi 50 giorni, se lo si usa nella modalità ridotta o due settimana con funzioni base.

Per gli amanti dello sport sono presenti ben 12 modalità per l’attività fisica, comprese quelle per sport acquatici, certificate da una capacità di impermeabilità fino a 50 metri. Essendo uno smartwatch permette anche la ricezione di notifiche sia dallo smartphone che senza, in sostanza notizie autonome interne allo stesso orologio smart.

Tra le funzioni classiche, tipiche in ormai qualsiasi smartwatch c’è il non scontato monitoraggio del battito cardiaco, 24 ore su 24. Ed ecco la sfida vera e propria ad Apple: ECG, ovvero l’elettrocardiogramma grazie al sensore ottico posto nella parte inferiore dell’Amazfit.

NFC presente per l’utilizzo dei mezzi, quindi non pagamenti per quando non avete il telefono a portata di mano. In sostanza è un vero gioiello digitale da mettere al polso di cui non potrete più farne a meno.