Android Auto

Nel corso dell’estate Android Auto si è finalmente aggiornato approdando su tutte le automobili intelligenti con novità incredibili e soprattutto un design rinnovato. Grazie alla diffusione della più recente versione del sistema operativo, infatti, gli utenti/guidatori che lo utilizzano hanno potuto eliminare quasi totalmente l’uso dello smartphone per concentrarsi una volta per tutte su ciò che devono fare ossia guidare in tutta tranquillità e senza distrazioni. Tale aggiornamento, però, ha portato anche ad una conseguenza inaspettata: la scelta di Google di revocare il supporto all’applicazione per smartphone di Android auto. 

Android Auto dice addio agli smartphone: ecco cosa succederà e quali strumenti arriveranno in alternativa

Viste le implementazioni effettuate attraverso il nuovo aggiornamento sulle auto, continuare a curare un’applicazione dedicata agli smartphone è diventato pressoché inutile. Proprio a seguito di questo motivo, il colosso di Mountain View ha deciso di abbandonare l’applicazione di Android Auto senza però rinunciare ad un’alternativa

Tutti gli utenti, infatti, tra qualche mese a questa parte avranno la possibilità di utilizzare uno strumento innovativo e che prenderà a tutti gli effetti il posto della vecchia applicazione. Di cosa stiamo parlando? Beh, della “Driving Mode” su Google Assistant. Grazie a questa nuova introduzione tra le funzioni dell’assistente vocale, ogni guidatore potrà richiedere al suo aiutante virtuale indicazioni sulla meta da raggiungere. Per poter effettuare tutto ciò non sarà che sufficiente pronunciare il nuovo comando vocale: “Hey Google, Guidiamo!”. Non è ancora chiaro quando tutto ciò approderà sugli smartphone degli utenti, ma i tempi di attesa non dovrebbero essere così lunghi.