waze google maps

Ad oggi Waze,  il principale rivale di Google Maps, rappresenta un potente strumento di navigazione che, negli ultimi anni, ha letteralmente invaso il mercato in tutto il mondo. Lanciato inizialmente da una Startup Israeliana, Waze è stato successivamente acquisito da Google nel lontano 2013, ovvero proprio nel momento in cui il nuovo servizio stava iniziando a diffondersi su tutto il pianeta.

Attualmente, quindi, Waze, il principale avversario di Google Maps, è in realtà di proprietà di Google. Quali sono quindi le principali differenze tra i due servizi offerti dal colosso tech della Mountain View?

A differenza di altri servizi esterni, entrambe le app fornite da Google sono completamente gratuite e disponibili al download su qualsiasi piattaforme. La differenza fra le due, però, sta nel fatto che Waze è stata completamente sviluppata sul concetto di CrowdSourcing ovvero che tutti gli utenti dell’applicazione partecipano quotidianamento all’aggiornamento della mappa segnalando di fatto nuovi percorsi, strade bloccate, traffico e tanto altro ancora. Ovviamente alcune funzionalità sono presenti da entrambi i lati come ad esempio la possibilità di segnalare Autovelox. Con l’ultimo aggiornamento, però, Waze ha introdotto interessanti novità. Scopriamo di seguito i dettagli.

Waze si aggiorna e finalmente supera Google Maps

Google Maps rappresenta ormai da anni il principale servizio di navigazione in tutto il mondo. A conferma di ciò, infatti, ci sono oltre 5 miliardi di utenti  che hanno scelto il suddetto servizio per spostarsi quotidianamente.

Con l’ultimo aggiornamento di Waze, però, alcune cose sono cambiate. L’app, infatti, ha aggiunto delle funzioni innovative che hanno rubato una grossa fetta di utenza a Maps. Tra queste nuova funzionalità, ad esempio, figura la possibilità di calcolare il costo del pedaggio autostradale ancor prima di partire. Una funzione molto richiesta che ad oggi era disponibile solamente sul sito di Autostrade Italiane.