postepayLe truffe ai danni dei poveri clienti PostePay sono ormai all’ordine del giorno, i nostri continui articoli vogliono sensibilizzare coloro che possiedono una carta ricaricabile ad evitare di cadere in tentazione o subire furti dei dati sensibili con conseguente svuotamento del conto corrente.

Il problema più grande è il cosiddetto phishing, ovvero sostanzialmente l’invio di messaggi di posta elettronica con fittizia provenienza dall’azienda originale in cui si cerca di invogliare il consumatore a premere un link interno, con la promessa di modifica della password o la riattivazione dell’account. Tutto porta indiscutibilmente ad un risultato sgradevole, verrà concesso l’accesso ai malviventi e si assisterà al furto dei propri dati; il rischio è altissimo, molto probabilmente riusciranno a svuotare conti correnti in brevissimo tempo.

 

PostePay: come fare per difendersi dalle truffe?

Per difendersi dalle truffe l’utente PostePay deve semplicemente evitare i messaggi di questo tipo, se dovesse riceverli sul proprio numero di telefono o indirizzo di posta elettronica, deve cancellarli immediatamente e nient’altro. Se proprio volesse dare una mano al sistema consigliamo di contattare direttamente Poste Italiane ed avvertirla del tentativo di truffa, in modo che possa diramare un comunicato a tutela degli altri consumatori.

Volendo stare tranquilli al 100%, il consiglio è di attivare il nuovo servizio di SMS alert pensato da Poste Italiane, in questo caso viene inviato un messaggio sul cellulare tutte le volte che viene registrato il pagamento di una spesa con la carta ricaricabile di cui siete in possesso. L’utility non è gratuita, richiede il pagamento di una cifra aggiuntiva.