vecchi-cellulari

Alzi la mano chi ha posseduto un modello di cellulare antesignano degli odierni smartphone. Chi si ricorda i Motorola Star-Tac? Oppure i famosissimi Nokia 3310? Tanto clamore quanto successo commerciale lo ebbero anche gli Ericsson, telefoni colorati, giovani e dotati di funzioni veramente innovative per l’epoca. Non tutti sanno che alcuni esemplari oggi possono valere una vera e propria fortuna nel mondo dei collezionisti.

Si sa, la tecnologia aumenta a dismisura e l’evoluzione è sempre più galoppante. Guardando i nostri device che possediamo, non possiamo non pensare a quanto siano diventati evoluti e si siano aggiornati rispetto a ciò che erano 15 anni fa. Pensiamo al celeberrimo Razr di Motorola, uscito nel 2004, e riproposto dall’azienda pochi giorni fa per il mercato mondiale, in chiave 2.0.

Smartphone, smartwatch, auricolari true wireless, occhiali smart, smartband e quanto altro. Tutti i gadget che sognavamo e di cui eravamo innamorati quando vedevamo i film di fantascienza, l’Ispettore Gadget o James Bond. Adesso con il 5G inoltre, avremo un nuovo step grazie allo sviluppo dell’IoT e delle Smart Cities.

Cellulari e smartphone: non buttateli!

Se cercate in qualche cassetto, in soffitta o in cantina, sicuramente troverete un vostro vecchio cellulare acquistato decenni fa. Molti per pigrizia, ma tanti lo hanno tenuto conservato per ricordo. Forse non siete a conoscenza che, nel mercato dei collezionisti, alcuni device possono valere una vera e propria fortuna.

Il primo modello di cui vogliamo parlarvi è il Motorola DynaTAC 800X, creato da un ingegnere nel 1973, e che oggi vale più di 1000,00 Euro se tenuto in ottimo stato. Stesso importo per il celeberrimo Nokia 6110 e per il primo iPhone. Sì, quello storico: il 2G, uscito nel lontano 2008 soltanto in America. Il modello di telefono cellulare più ricercato al mondo è il Nokia Mobira Cityman 900, il cui valore raggiunge quasi la cifra di 10.000 €.