Nel suo ultimo tentativo di affrontare i crescenti problemi di sicurezza, Uber prevede di consentire agli utenti di registrare l’audio di viaggio.

Le persone nei mercati di prova possono aspettarsi un avvertimento generale che i viaggi sono soggetti a registrazione e possono optare per il servizio per uno o tutti i viaggi. Riders e driver non saranno in grado di riascoltare.

Al termine del viaggio, all’utente verrà chiesto se è tutto a posto e sarà in grado di segnalare un incidente di sicurezza e inviare la registrazione audio a Uber con pochi tocchi”, secondo un’e-mail scritta da un dirigente Uber. “Il file audio crittografato viene inviato agli agenti dell’assistenza clienti di Uber che lo useranno per comprendere meglio un incidente e intraprendere le azioni appropriate“.

Uber: il progetto è stato messo già in atto in Messico. Non ancora negli Stati Uniti

Quella che alcuni potrebbero chiamare un’invasione della privacy, Uber spera che possa aiutare a dimostrare la verità su ciò che è accaduto durante una corsa controversa. Ciò consente alla società di intraprendere “azioni decisive”.

Abbiamo preso la posizione che ogni volta che ti trovi in ​​un Uber, la sensazione che vogliamo che tu abbia è che entrambe le parti abbiano le luci accese“, ha detto al Washington Post Sachin Kansal, responsabile dei prodotti per la sicurezza. “Ciò porta a un’interazione più sicura sulla piattaforma“.

Il progetto di Uber in America Latina inizia a dicembre in alcune città messicane e brasiliane. Si prevede che una mossa negli Stati Uniti presto, sebbene non sia ancora chiaro quando succederà. Potrebbe essere molto difficile.

Nella prossima prova, i conducenti possono impostare la funzione per registrare automaticamente tutti i viaggi. Tutte le registrazioni vengono archiviate nella cronologia dei viaggi dell’individuo, nel caso in cui desiderino segnalare un incidente in un secondo momento.