galaxy-note-9-samsung-android-120-hz

Il prossimo grande aggiornamento per il Samsung Galaxy Note 9 ha un’impostazione nascosta che cambia i 60Hz della frequenza di aggiornamento del display a 120Hz. Questa funzione è disponibile nella versione beta dell’aggiornamento OneUI 2.0 di Samsung basato su Android 10.

Sfortunatamente per gli utenti di Samsung Galaxy Note 9, non è possibile abilitare la frequenza di aggiornamento a 120Hz su un display che non supporta fisicamente tale opzione. Ma questa funzione non è stata creata per il Samsung Galaxy Note 9, motivo per cui è stata nascosta. Le impostazioni erano “nascoste” in una parte del software che normalmente non sarebbe accessibile all’utente medio

Galaxy Note 9 non supporta una frequenza di aggiornamento a 120hz

Secondo alcune voci, nelle versioni coreane e cinesi di OneUI Beta 2.0 per il Galaxy Note 9 ci sarebbero tre opzioni. Un’opzione ti permette di mantenere la frequenza di aggiornamento di 60 Hz sul display del dispositivo a tempo indeterminato. Un’altra opzione è quella di aumentare la frequenza di aggiornamento a 120Hz e la terza opzione sembra essere un’opzione di commutazione automatica. 

Le opzioni sono molto simili a quelle disponibili per l’ultimo smartphone di Google, il Pixel 4. Quel dispositivo ha la possibilità di passare automaticamente tra le frequenze di aggiornamento sul suo display, tra 60 e 90Hz. La commutazione automatica di Google Pixel 4 non è stata ben accolta dai primi utenti. Sembra che il prossimo telefono Samsung non avrà le stesse possibilità o almeno consentirà agli utenti di annullare l’opzione automatica.

Nel frattempo, l’aggiornamento Galaxy Note 9 non consente all’utente di cambiare le frequenze di aggiornamento del display. Anzi, il device 9 è bloccato a 60Hz – che è praticamente lo standard di tutti i telefoni diversi dai device “gaming”.